Comune di

Costacciaro

Il Castello di Costacciaro difese per molti anni il confine di sud-est del Ducato di Montefeltro. Edificato da Gubbio nel 1252, passò con essa al Ducato che ne reputò necessaria il potenziamento della struttura difensiva.

A questo proposito venne qui inviato Francesco di Giorgio Martini che, tra il 1477 ed il 1479, fece costruire il Rivellino in quella che era la parte più bassa del castello.

La struttura a diamante, dotata di poderosi contrafforti interni, non offrivano una superficie lineare ai colpi delle armi di assedio e Costacciaro potè continuare a dominare la valle dell’Alto Chiascio con i Montefeltro come con i Della Rovere, fino alla definitiva annessione ai domini Papali.

Oggi la fortezza, completamente ristrutturata, è liberamente visitabile e presenta al suo interno pannelli con le leggende, tramandate oralmente, della comunità locale

Francesco di Giorgio Martini a Costacciaro

terre-martiniane-stechu

IL CODICETTO

Francesco di Giorgio Martini approdò alla corte di Federico da Montefeltro, introdotto da Ottaviano Ubaldini della Carda, intorno al 1477. Porta con sé il “Codicetto”, un prontuario tascabile di 6x8 cm. dove annotava tutte le sue idee ed i suoi progetti, che convincono il Duca a commissionargli lavori di potenziamento in tutti i suoi possedimenti. Il Codicetto segue Francesco di Giorgio Martini fino alla propria morte, avvenuta il 29 novembre del 1501. Giunge poi nelle disponibilità dell’Archivio Vaticano che lo conserva sino ad oggi. Il Comune di Costacciaro ne commissiona, nel 2018, uno studio corredato da un ampio servizio fotografico che costituiscono la mostra permanente attualmente visitabile nella Sede Comunale.

cortile-palazzo-ducale-gubbio
multiple-window-view-on-top palazzo-ducale-gubbio

IL RIVELLINO

Sempre nel centro storico di Costacciaro, vi è il Rivellino di Francesco di Giorgio Martini, fatto costruire tra il 1477 del 1479, quale difesa nella parte più bassa ed esposta del castello. Oggetto di una recente valorizzazione, è di libero accesso.

Da non perdere

A Costacciaro